Vacanze per Pasqua, offerte all'asta a basso costo

La Pasqua un'ottima occasione per visitare i luoghi più interessanti a basso costo.

L'Italia è il luogo migliore in cui vivere la Pasqua, oltre alla festa relegiosa la cucina è molto importante nella nostra tradizione, l’agnello di pasta reale, realizzato con formelle di gesso analoghe a quelle dei pupi di zucchero, che ha uno stendardo di carta simboleggiante la resurrezione. Anche qui il significato pasquale in senso stretto è più che eloquente, così come lo è la presenza a mò di decorazione, di frutta alla martorana, da collegare sempre al fenomeno della rigenerazione della natura con l'arrivo della primavera.
I dolci a forma di colomba (simbolo della pace) o con la sola raffigurazione del volatile con in bocca un ramoscello d’ulivo, rimandano alla iconografia cristiana. Si tratta di biscotti di pastaforte, detti anche "muscardini". Venivano preparati sia in casa che dai dolcieri con pochi ingredienti: farina, zucchero e cannella in particolare. Con le formelle venivano date delle particolari raffigurazioni, soprattutto quella della colomba. Tale produzione nell’area della antica contea di Modica sta a poco a poco scomparendo.
A Pasqua, così come in Campania con la famosa "pastiera napoletana", non deve, ma forse è meglio dire non doveva mancare mai la cassata a base di ricotta, in uso in tutta la Sicilia. Una vera e propria torta, ricoperta di zucchero glassato e ornata di frutta candita e ovetti pasquali multicolori. La cassata ormai è disponibile nelle pasticcerie tutto l’anno e si distingue dai "cassateddi" (o anch’essi cassati) che sono a base di ricotta o di tuma (la cagliata), zucchero , uova, a volte cannella o cioccolata in polvere, secondo le varianti ma di dimensioni più piccole e di ben altra forma. Ci sono due proverbi che si tramandano su questi dolci tipicamente pasquali, entrati anch’essi definitivamente nella produzione a ciclo continuo, imposta dalle leggi del consumismo.

 
Ultime notizie pubblicate